fbpx
LEaMON.it

Recent News

Safer Internet Day 2024

Safer Internet Day: una giornata per riflettere sull’uso consapevole della rete

Oggi si celebra il Safer Internet Day, la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete: giunta al ventesimo anniversario, l’occasione è ghiotta per fare il punto sui rischi e sulle opportunità della rete, soprattutto per i bambini e i giovani. Da professionista del settore, posso dirvi che la rete è uno strumento potentissimo, che può essere utilizzato per scopi positivi o negativi. È importante, quindi, essere consapevoli dei rischi e adottare comportamenti responsabili per navigare in sicurezza.

Tra i rischi più comuni che si possono incontrare online ci sono:

  • Bullismo e cyberbullismo: il bullismo è un problema che si può manifestare anche online, con conseguenze che possono essere molto gravi. È importante parlare con i propri figli di questo tema e aiutarli a sviluppare un’identità digitale forte e resiliente.
  • Cybercrime: la rete è un terreno fertile per il cybercrime, che può assumere forme diverse, come il furto di dati personali, l’adescamento di minori o la diffusione di contenuti illegali. È importante adottare misure di sicurezza adeguate per proteggere i propri dati personali e il proprio dispositivo.
  • Contenuti dannosi: la rete è piena di contenuti dannosi, come immagini o video violenti o sessualmente espliciti. È importante educare i bambini e i giovani a riconoscere questi contenuti e a evitare di accedervi.

Per navigare in sicurezza online è importante seguire alcuni semplici consigli:

  • Utilizzare password forti e diverse per ogni account.
  • Aggiornare sempre il software del proprio dispositivo.
  • Installare un antivirus e un firewall.
  • Non condividere dati personali con persone sconosciute.
  • Essere cauti nell’aprire e-mail o link da fonti sconosciute.

Inoltre, è importante parlare con i propri figli di questi temi e aiutarli a sviluppare un’educazione digitale consapevole: il nostro laboratorio di comunicazione fa parte di una rete di volontari chiamata Social Warning – Movimento Etico Digitale che si propone di cambiare l’approccio sulla tematica del benessere digitale, parlandone con incisività, inclusività e spirito di ascolto. Nell’ultimo anno l’associazione ha incontrato oltre 5.000 persone, giovani nelle scuole e genitori, per trattare questo tema e sensibilizzare sui “rischi e potenzialità del web”, evitando di soffermarsi sulla parte negativa ma attivando buone abitudini nei ragazzi, in modo che facciano attenzione alle dinamiche che si possono rivelare pericolose.

Parlare con i giovani di questi temi è importante per:

  • Renderli consapevoli dei rischi online: i bambini e i giovani devono conoscere i rischi che possono incontrare online per poterli evitare.
  • Aiutarli a sviluppare un’identità digitale forte e resiliente: i bambini e i giovani devono imparare a difendersi dai pericoli online e a sviluppare un’identità digitale positiva.
  • Creare un ambiente di fiducia: i bambini e i giovani devono sentirsi a proprio agio nel parlare con i propri genitori dei loro problemi online.

Come parlare con i propri figli?

Parlare con i propri figli di questi temi non è sempre facile, ma è importante farlo in modo aperto e sincero. Ecco alcuni consigli:

  • Scegliete il momento giusto: non siate aggressivi o accusatori, ma create un’atmosfera di dialogo.
  • Usate un linguaggio semplice: evitate termini tecnici che i bambini più piccoli potrebbero non capire.
  • Fate domande: ascoltate attentamente i vostri figli e fate loro domande per capire cosa pensano e cosa sanno dei rischi online.
  • Siate disponibili: non dimenticate che i vostri figli possono aver bisogno del vostro aiuto per affrontare situazioni difficili online.

Ecco alcuni argomenti da trattare con i propri figli:

  • I rischi del bullismo e del cyberbullismo: spiegate ai vostri figli che il bullismo è un comportamento sbagliato e che può avere conseguenze gravi. Incoraggiateli a parlare con voi se sono vittime o testimoni di bullismo online.
  • La sicurezza online: insegnate ai vostri figli l’importanza di proteggere i propri dati personali e di adottare misure di sicurezza adeguate per navigare in sicurezza online.
  • I contenuti dannosi: spiegate ai vostri figli che esistono contenuti dannosi online che possono avere un impatto negativo sulla loro salute mentale e sul loro comportamento. Incoraggiateli a segnalare questi contenuti alle autorità competenti.

Parlare con i propri figli di sicurezza online è un impegno importante, ma è fondamentale per aiutarli a navigare in sicurezza nella rete. Prendetevi del tempo per parlare con i vostri figli di questi temi e aiutateli a sviluppare un’educazione digitale consapevole.

ATTENZIONE: NON SOLO AI GIOVANI, MA ANCHE AGLI ADULTI!

Negli ultimi anni, si è parlato molto del benessere digitale dei bambini e dei giovani, ma è importante ricordare che anche gli adulti possono essere soggetti a rischi legati all’uso delle tecnologie digitali: i rischi del cybercrime, ad esempio, non riguardano solo i più giovani. Anche gli adulti possono essere vittime di attacchi online, con conseguenze che possono essere molto gravi, come la perdita di dati personali, il furto di denaro o addirittura l’estorsione. Inoltre, l’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali può portare a problemi di salute fisica e mentale, come problemi di sonno, difficoltà di concentrazione, ansia e depressione.

Per questi motivi, è importante parlare con gli adulti di benessere digitale e aiutarli a sviluppare un’educazione digitale consapevole.

Quali sono i rischi per la salute legati all’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali?

L’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali può portare a una serie di problemi per la salute, sia fisica che mentale.

Tra i problemi fisici più comuni ci sono:

  • Problemi di sonno: l’esposizione alla luce blu dei dispositivi elettronici può ostacolare la produzione di melatonina, un ormone che regola il sonno.
  • Difficoltà di concentrazione: l’utilizzo continuo delle tecnologie digitali può rendere difficile concentrarsi su un’attività per un periodo di tempo prolungato.
  • Problemi di vista: l’utilizzo prolungato dei dispositivi elettronici può causare affaticamento visivo e, in alcuni casi, anche problemi di vista a lungo termine.

Tra i problemi mentali più comuni ci sono:

  • Ansia: l’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali può aumentare i livelli di ansia, soprattutto se si utilizzano i dispositivi per controllare costantemente le proprie notifiche o per confrontarsi con gli altri sui social media.
  • Depressione: l’isolamento sociale che può derivare dall’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali può aumentare il rischio di depressione.

Come parlare di benessere digitale con gli adulti?

Parlare di benessere digitale con gli adulti può essere una sfida, soprattutto se sono abituati a utilizzare le tecnologie digitali in modo intensivo.

Ecco alcuni consigli per iniziare:

  • Scegli il momento giusto: non cercare di parlare di benessere digitale quando l’adulto è stressato o stanco.
  • Parti da un esempio concreto: racconta un’esperienza personale che ti ha fatto riflettere sul tema.
  • Usa un linguaggio semplice e comprensibile: evita termini tecnici che potrebbero essere incomprensibili.
  • Non giudicare: cerca di essere comprensivo e di ascoltare il punto di vista dell’adulto.

Come possiamo intervenire:

  • Spiegando i rischi del cyberbullismo e del cybercrime: quali sono le principali forme di cyberbullismo e di cybercrime e come riconoscerle.
  • Spiegando i rischi per la salute legati all’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali: quali sono i principali problemi di salute che possono derivare dall’utilizzo eccessivo delle tecnologie digitali e come evitarli.
  • Affiancando con preziosi consigli un uso consapevole delle tecnologie digitali: offriamo consigli pratici per utilizzare le tecnologie digitali in modo consapevole e sicuro.

Il benessere digitale è un tema importante che riguarda tutti, adulti e bambini. Parlare di benessere digitale con gli adulti è un modo importante per aiutarli a sviluppare un’educazione digitale consapevole e a ridurre i rischi legati all’utilizzo delle tecnologie digitali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *