fbpx
LEaMON.it

Recent News

leamon agenzia comunicazione conegliano

Come il Covid-19 ha cambiato il nostro lavoro di agenzia di comunicazione

Un anno di permanenza a casa ha significato importanti progressi in aree come la TV connessa e lo sviluppo esponenziale degli e-commerce: a marzo dell’anno scorso Jeff Green, CEO di The Trade Desk, ha osservato che gli inserzionisti iniziavano a mettere in pausa ogni campagna possibile. Nei primi giorni della pandemia la pubblicità digitale era in svantaggio: era più facile per gli inserzionisti mettere in pausa ogni investimento mentre cercavano di capire cosa fare. Nei mesi successivi è diventato chiaro che scorrevano online.

“Tutti diventano più guidati dai dati e più agili durante un ripristino, perché ogni dollaro deve contare”, ha detto Green. “Quindi è in quel momento che ha davvero accelerato per noi. Siamo stati feriti in modo sproporzionato nel primo mese. E da allora ne abbiamo beneficiato in modo sproporzionato”.

Il Covid-19 ha cambiato il nostro lavoro di agenzia di comunicazione: scopriamo come.

Inutile dire che quasi tutte le aziende e tutti i settori sono stati gravemente colpiti dalla pandemia. La crescita e il successo del settore delle pubbliche relazioni dipendono in gran parte dalla crescita e dal successo di altri settori e, con i budget tagliati, l’impatto della crisi su molti di noi è stato ovviamente significativo. Ma il settore delle pubbliche relazioni è forte e robusto: mentre usciamo dal blocco e iniziamo il processo di ripresa, è importante guardare oltre l’impatto economico di Covid-19 e più verso come la crisi cambierà il settore negli anni per venire.

Un ritorno alle tradizioni della comunicazione:

Fin dall’inizio della crisi, siamo stati inondati da centinaia di post sui social media e messaggi WhatsApp che diffondevano disinformazione su Covid-19: la diffusione della disinformazione ha sicuramente riacceso una rinascita nei media più tradizionali con continue false notizie che erodono la fiducia in un momento in cui la chiarezza e l’accuratezza delle informazioni sono più che mai necessarie.

I consumatori non vogliono essere venduti: stanno gravitando verso marchi autentici che offrono valore reale alle persone in questo momento difficile, non verso marchi che cercano di approfittare della crisi e promuovono le loro ultime offerte e offerte.

Basta guardare la catena di fast food Subway, che è stata costretta a scusarsi dopo che uno dei suoi negozi ha offerto mascherine gratuite ai clienti che hanno acquistato due o più dei suoi panini. Era ampiamente considerato opportunistico e altamente insensibile in un momento in cui l’equipaggiamento protettivo era disperatamente a corto di salute e lavoratori chiave.

Confronta questo con Brewdog che, nonostante sia stato colpito negativamente dalla crisi, ha iniziato a produrre disinfettante per le mani dalla sua distilleria in Scozia per “fare tutto il possibile per cercare di aiutare il maggior numero possibile di persone a stare al sicuro”.

La differenza tra i due approcci è impressionante. La comunicazione e la proposta del marchio autentiche e significative non sono mai state più importanti.

Dimostrare il ritorno sull’investimento è sempre stata una sfida per il settore delle pubbliche relazioni. Ovviamente ci sono tutta una serie di parametri che misuriamo per dimostrare valore, ma i marchi richiederanno ritorni ancora più tangibili sui loro investimenti poiché i budget sono ridotti a causa della crisi: ecco perché è ancora più importante che mai migliorare le competenze nel settore delle comunicazioni digitali.

Come lavora la nostra agenzia di comunicazione?

Forse il punto più ovvio da fare su come cambierà il settore riguarda il modo in cui lavoreremo. Siamo passati dal vedere e comunicare con i colleghi su base giornaliera alla pianificazione di riunioni e all’hosting di aperitivi virtuali del venerdì! Non si può negare che il settore delle pubbliche relazioni italiano sia stato colpito duramente dal Covid-19, come nel caso di tanti altri settori. Tuttavia, mentre usciamo dalla crisi e ci riprendiamo economicamente, dobbiamo concentrarci sul modo in cui il settore è cambiato in meglio. L’autenticità, l’onestà e la verità non sono mai state più importanti: la pandemia ci ha dato l’opportunità di migliorare le nostre competenze e fornire campagne ancora migliori, più creative e tangibili per conto dei nostri clienti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.