fbpx
LEaMON.it

Recent News

Il Cammino delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

Stacca la spina e immergiti nella bellezza delle Colline del Prosecco con un trekking indimenticabile da Vidor a Vittorio Veneto. Attraverserai la Core Zone, il cuore pulsante di questo patrimonio UNESCO, godendo di viste mozzafiato a ogni passo.

Quattro giorni per esplorare borghi pittoreschi, vigneti rigogliosi e boschi incontaminati. Un’esperienza unica per rigenerarsi nella natura e assaporare i sapori autentici del territorio.

Preparati ad un’avventura escursionistica da sogno tra le meraviglie del Trevigiano!

Immergiti in un panorama mozzafiato che spazia da pendii adrenalinici a passeggiate rilassanti tra campi fioriti. Esplora vallate rigogliose e vette affilate, respirando aria pura e ammirando paesaggi che ti lasceranno senza fiato.

Il Trevigiano prealpino ti aspetta con i suoi sentieri incontaminati e la sua natura incontaminata. Scegli il tuo percorso e preparati a vivere un’esperienza indimenticabile!

Non solo trekking: il Trevigiano offre anche borghi pittoreschi, enogastronomia d’eccellenza e tradizioni autentiche. Un vero paradiso per gli amanti della natura e dell’avventura!

Sei pronto a immergerti tra le colline del Prosecco?

Ti aspetta un’avventura indimenticabile: il Cammino delle Colline del Prosecco! 51 km di panorami mozzafiato, vigneti rigogliosi e borghi pittoreschi tra Vidor e Vittorio Veneto.

Perché scegliere questo sentiero?

  • Vigneti a perdita d’occhio: Immergiti nel cuore della zona del Prosecco, patrimonio UNESCO, e ammira i famosi filari che si arrampicano sulle colline.
  • Paesaggi da cartolina: Sentieri panoramici ti regaleranno scorci mozzafiato sulle colline e sui borghi medievali.
  • Un tuffo nella storia: Scopri antichi castelli, chiese affascinanti e siti archeologici che raccontano la ricca storia di questa regione.
  • Un’esperienza per tutti i gusti: Puoi scegliere tra 4 tappe per adattarti al tuo livello di esperienza e allenamento. C’è anche un’opzione più breve per chi preferisce un’escursione più facile.

1° tappa: da VIDOR a COL SAN MARTINO

Un’escursione indimenticabile tra storia, natura e panorami mozzafiato

Sei pronto per un’avventura tra le colline del Prosecco? Ti proponiamo un itinerario escursionistico che ti porterà alla scoperta di borghi pittoreschi, vigneti rigogliosi e panorami mozzafiato.

Cominceremo dal municipio di Vidor, imboccando a ritroso il sentiero n. 6 “Dal Sacro al Prosecco”. Percorreremo metà di questo tragitto, immergendoci nella storia e nella natura del luogo. Visiteremo il Colle del Castello, dove sorge il Monumento Ossario, e ci lasceremo incantare dal Sentiero dei Cipressi. Raggiungeremo il Col Carpenon (m 230), il Mont de la Polenta e il Col Castelón, dove potremo ammirare la bellezza del santuario della Madonna delle Grazie.

A Colbertaldo, attraverseremo via Martiri della Liberazione e continueremo sul sentiero n.7 “Il Col Maor a Colbertaldo”, anch’esso percorso per metà. Tra Cal de le Crode, vigneti del Col Giardino, località del Salt e della Federa, arriveremo al Col Maor (m 368), da cui godremo una vista spettacolare.

Dopo la discesa dal Col Maor, ci dirigeremo verso il Col Mongarda (m 421), con la possibilità di collegarci all’area di Valdobbiadene tramite sentieri a nord (vedi itinerario n.4). La nostra tappa successiva sarà la Costa Grande, dove una croce ci regalerà un panorama mozzafiato. Infine, raggiungeremo il Col Moliana (m 445), dove potremo osservare le trincee della Grande Guerra. Tra i vigneti, scenderemo fino a Col San Martino, dove pernotteremo in un accogliente paese.

2° tappa: da COL SAN MARTINO a FOLLINA

Sentiero delle Vedette: un tuffo nella bellezza del Prosecco

Il sentiero, lungo circa 11 km, ti condurrà attraverso un panorama mozzafiato, tra vigneti rigogliosi, borghi pittoreschi e testimonianze storiche, ammirando la Chiesa di San Vigilio, simbolo di Col San Martino, e salendo sul Monte Pertegar per godere di una vista spettacolare. Attraversa la Forcella Xocco e immergiti nel verde del Pian Serafin e delle Colesìe per poi visitare Collagù, splendido borgo con il santuario che custodisce le spoglie di Sant’Emilio Martire e Santa Florida. Prosegui per il Bosco Impero e raggiungi l’Abbazia di Follina, un gioiello architettonico immerso nella pace.

3° tappa: da FOLLINA a TARZO

Pronti per un’avventura ciclistica tra storia e natura?

Pedalando (o camminando) tra abbazie, santuari e borghi pittoreschi, il nostro itinerario vi porterà alla scoperta di tesori nascosti del Veneto. Partendo dall’Abbazia di Follina, faremo un salto indietro nel tempo fino a Marcita. Da qui, lungo la ciclopedonale, passeremo a sud del Sacrario Austro Ungarico e raggiungeremo Madonna delle Grazie e l’incrocio della Crosera.

Salendo sulla Caldarment, ci immergeremo nella bellezza di località Santa Eurosia, con la sua chiesa di Santa Lucia. Attraverseremo Zuel di Qua e Zuel di La per poi arrivare ad Arfanta. Qui, ammireremo la famosa pala di Francesco da Milano custodita nell’antica chiesa e scopriremo la storia di Casa Marinotti, legata alla fondazione di Torviscosa e all’invenzione della “seta artificiale”.

Proseguendo lungo l’itinerario n.22 “Le Rive di San Pietro a Tarzo”, in parte percorso a ritroso, visiteremo il borgo Reseretta e le Rive di San Pietro. Infine, raggiungeremo l’antica chiesa campestre di San Pietro e il centro di Tarzo, dove ci fermeremo per la notte.

4° tappa: da TARZO A VITTORIO VENETO

Alla scoperta di tesori nascosti: un’avventura tra borghi e panorami mozzafiato!

Pronti per un’escursione indimenticabile? Il sentiero che parte da Tarzo vi porterà alla scoperta di angoli suggestivi e panorami mozzafiato, tra borghi antichi e castelli medievali.

Si comincia subito con una perla: il museo dei bonsai con il faggio campione del mondo! Un’oasi di verde che lascerà a bocca aperta. Da qui, ci si immerge nel sentiero “La Via dei Murales e il Monte Comun”, ammirando opere d’arte a cielo aperto e godendo di viste spettacolari.

Salendo su via Castello, si intercetta il sentiero 1051 che conduce sulla cima del Monte Comun (490 m), regalando panorami incantevoli. La discesa verso Nogarolo è un’avventura tra boschi e tratti un po’ esposti, che metteranno alla prova il vostro spirito di avventurieri.

A Nogarolo, un salto indietro nel tempo: un sentiero lastricato, un tempo via di collegamento tra il borgo e Serravalle, vi condurrà verso la vetta del Monte Baldo (597 m), la collina più alta del cammino. Da qui, uno spettacolo unico: Fadalto, Revine Lago, il massiccio del Visentin, il Monte Pizzoc, Vittorio Veneto e la pianura trevigiana si stenderanno ai vostri piedi.

La discesa è un po’ impegnativa, ma la ricompensa è grandiosa: i ruderi del trecentesco castello di Montesel, con il suo vallo, i resti di mura e un profondo pozzo, vi catapulteranno in un’atmosfera medievale.

Un terrazzo panoramico con i resti della chiesa di Sant’Antonio Abate e la vista mozzafiato del santuario di Santa Augusta vi lasceranno senza fiato. Si scende poi all’antica cinta muraria e si arriva a Serravalle in piazza Flaminio.

Da qui, un ultimo tratto attraverso via Martiri della Libertà, via Cavour e viale della Vittoria vi condurrà al Municipio di Vittorio Veneto, meta finale della vostra avventura.

Tra murales, borghi e panorami: un’escursione da Tarzo a Vittorio Veneto

Sei pronto per un’avventura tra arte, natura e storia? Indossa le tue scarpe da trekking e preparati a scoprire un itinerario mozzafiato che da Tarzo ti condurrà fino a Vittorio Veneto.

Continuiamo il nostro viaggio!

Da Tarzo, cammineremo in direzione nord verso Fratta e Colmaggiore, immergendoci in un mondo di colori lungo la suggestiva Via dei Murales. Tieni gli occhi aperti per ammirare le opere d’arte che decorano i muri delle case, raccontando storie e leggende del luogo.

Proseguiremo poi per Nogarolo e ci immergeremo nella Via dell’Acqua, un sentiero che ci condurrà tra le affascinanti Selve e i caratteristici borghi di Con Alti e Con Bassi. Un percorso ricco di scorci panoramici e borghi autentici, dove potrai respirare l’atmosfera tipica della zona.

Raggiungeremo quindi Serravalle, dove ci ricongiungeremo al cammino principale. Da qui, percorreremo via Martiri della Libertà, via Cavour e viale della Vittoria, ammirando le bellezze di Vittorio Veneto fino ad arrivare al Municipio, la meta finale del nostro trekking.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *